Accetti i cookie? Clicca sul tastino verde per accettarli, questo sito non gestisce in alcun modo i dati personali dei visitatori, nè per fini promozionali, nè per fini eprsonali.

Area riservata
Mercoledì, 17 Marzo 2021 17:12

Serie D Saluzzo vs Fossano 2-1

Scritto da
Vota questo articolo
(7 Voti)

Il cielo sopra lo stadio “Amedeo Damiano” è granata. Con un grande primo tempo ed una ripresa in sofferenza ma senza sostanzialmente pericoli concreti dalle parti del portiere De Marino il Saluzzo vendica sportivamente l’immeritata sconfitta subita nel girone di andata e batte i cugini del Fossano nel classico derby calcistico della Granda. Azzurri di mister Viassi sempre più ultimi e giunti alla sconfitta numero 17 di questo campionato. Saluzzo, una vittoria nelle ultime otto gare con quattro punti raccolti prima del derby, che raggiunge quota 27 punti in classifica e può guardare con grande serenità al futuro a cominciare dalla prossima trasferta sul terreno della quotata Sanremese. Per gli ospiti, privi di mordente nei momenti decisivi del match, situazione sempre più disperata. Gara che si è giocata sabato pomeriggio che era valida come recupero del match rinviato lo scorso 14 febbraio per il maltempo. Ospiti che si presentano a Saluzzo senza i lungodegenti Aloia, Galvagno, Campana ed Alfiero. Il nuovo acquisto De Souza non è neanche tra i convocati. La novità tattica di mister Riccardo Boschetto è la presenza di Pietro Barale nei tre difensori centrali accanto a capitan Carli e Caldarola. Gioca a centrocampo Nicoò Clerici protagonista di un ottimo match. Dirige bene il carcarese della sezione Aia di Savona Mattia Mirri. Al 7’ la prima emozione con Sardo che appoggia a Mazzafera che mette a lato. Le ripartenze saranno l’arma letale dei padroni di casa al 10’ già in vantaggio. Sugli sviluppi di una serie di angoli dalla bandierina colossale ingenuità del Fossano. Sardo è splendido per Nicolò Clerici abbattuto da Adorni in area. E’ calcio di rigore trasformato con freddezza questa volta da Sardo incontenibile come Gonella sulle fasce esterne. Al 18’ altra ripartenza con Carrer fermato in dubbio fuorigioco. Ogni volta che si accende una mischia in area del Saluzzo ecco le proteste ingiustificate del Fossano per tocchi di mano assolutamente inesistenti. Ci prova prima al 21’ Lazzaretti sul quale respinge De Marino poi al 24’ Romani calcia alto da buona posizione un calcio piazzato. Letale il Saluzzo al 26’ con Gonella che parte in velocità sulla fascia destra ed infila Merlano per la rete del 2-0. Proteste anche in questa occasione del Fossano per un presunto fallo di mani dell’autore del gol. Bedino sfiora il tris al 32’ ma Merlano si oppone alla conclusione del 2 granata. Altre due ripartenze vedono protagonisti Carrer e Gonella al 39’ ed al 41’ ma i due attaccanti di Boschetto sciupano tutto. Linea difensiva del Fossano altissima che rischia praticamente in ogni occasione. Si chiude il primo tempo con l’ingenua ammonizione di Giraudo e con il piazzato di Carli fuori.

Nella ripresa al 2’ Gonella ha sul piede il pallone per dare il “ko” al Fossano. Imbeccato da Carrer l’ex Toro costringe Merlano alla grande respinta di piede. Fossano che sembra più vivo ma che non crea praticamente nulla. Valzer d sostituzioni con il Saluzzo che probabilmente arretra troppo. De Marino salva su Romani ed al 20’ il Fossano riapre il match con Scotto che sbuca sul secondo palo e mette in rete un pallone battuto dalla bandierina da Romani e spizzato da Coulibaly. Lo stesso 25 colpsce di testa da buona posizione tra le braccia di De Marino. Al 36’ ci prova ancora Scotto su assistenza sempre di Romani ma la palla termina fuori. Il recupero è lunghissimo. Scende in area saluzzese anche il portiere Merlano ma è ancora il Saluzzo a sfiorare il tris al 51’ con capitan Carli   che vedendo il portiere ospite fuori dai pali ci prova con una splendida punizione alta di pochissimo. Finisce così un derby che sorride al Saluzzo ed inguaia sempre di più il Fossano.

Letto 123 volte
Ufficio stampa

Ufficio stampa Saluzzo Calcio

Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.
Devi effettuare il login per inviare commenti