Accetti i cookie? Clicca sul tastino verde per accettarli, questo sito non gestisce in alcun modo i dati personali dei visitatori, nè per fini promozionali, nè per fini eprsonali.

Domenica, 21 Novembre 2021 09:59

Andiamo a comandare!

Scritto da Geronimo
Vota questo articolo
(2 Voti)

A.C. Saluzzo 1901 - Giovanile Centallo 2006 =  3-3 (2-2; 1-3; 3-0)

 

Giocatori: Battisti, Balangero, Riva, Cavallo, Fraire, Gramaglia, Musso, Nika, Palushi, Prencipe, Rinaudo, Sola, Vernoli, Barale.

Mister: Fasano Egidio.

 

Paesaggio londinese a Manta e humor inglese sugli spalti. Campo appesantito dalle piogge e dall’umidità. 

 

Primo Tempo (2-2)

 

Orfani di Villosio per il turnover, di Ghione influenzato e Radosta ai box,  i ragazzi di Fasano scendono in campo agguerriti contro un avversario blasonato. Nessuna paura ed il gioco lo fanno i granata che controllano la partita con ottimi scambi partendo dalle retrovie dove Battisti, ottimo tra i pali, si propone anche come giocatore aggiunto e permette a Sola e Fraire di salire dopo il primo controllo. Purtroppo il pantano rende a volte complessa la manovra ed i marchionali subiscono goal in ripartenza ma ci pensa subito Nika ristabilire gli equilibri dopo essere stata lanciato verso la porta avversaria dall’innarestabile Musso. Un tiro dalla distanza, non impegnativo, si trasforma invece in una palla avvelenata ed il rimbalzo maligno rovina la prestazione al portiere marchionale. La sorte vuole che lo stesso sfortunato episodio si presenti all’opposto avversario per il 2-2. Il Saluzzo potrebbe portarsi aventi dopo le discese di Vernoli e Rinaudo e Prencipe ha la palla del 3 a 2 per una svista difensiva ma viene bloccato all’ultimo.

 

Secondo Tempo (1-3)

 

Il Saluzzo ha in campo qualità ma qualche kilo in meno e patisce a centrocampo. Su un lancio Riva esce bene ma si scontra con l’attaccante avversario e la palla scende facile per il tap-in del rossoblu. Gramaglia in fascia si dimena per mandare a rete Nika ma davanti a se spesso ha un muro avversario. Barale sventa alcune occasioni ma è in mezzo che si patisce l’iniziativa avversaria e purtroppo arrivano altri due goal. Mai mollare e Paluschi suona la sveglia con un tiro dalla distanza che poteva avere maggiore fortuna. E’ Balangero a siglare l’1 a 3 con la sua specialità, il colpo di testa, da vero rapinatore d’area. Cambiano gli equilibri e si potrebbe sperare di vedere almeno un altro goal ma arriva il fischio finale.

 

Terzo Tempo (3-0)

 

Quando la pressione sale i Fasano-Boys danno il meglio ed il terzo tempo è unicamente a marchio granata. Cavallo e Musso in mezzo al campo sembrano indemoniati. Le prendono ma le danno e la loro leggerezza viene fuori e sembrano pattinare sul fango ed allargare il gioco ai compagni. Ci pensa il solito Ibra-Nika a sparare in rete e poi Vernoli dopo un’azione corale da far rivedere nelle scuole calcio. Alla fine arriva il goal di Rinaudo, probabilmente in una delle sue migliori giornate. Gli avversari sono tramortiti e sono sterili alcuni tentativi di rimettersi in partita. Un pareggio ai tempi ed una vittoria ai goal: si spengono le luci ed i sorrisi e finalmente Rado può cantare  “Andiamo a comandare”! 

Letto 162 volte
Domenica, 21 Novembre 2021 09:59

Andiamo a comandare!

Scritto da Geronimo
Vota questo articolo
(2 Voti)

A.C. Saluzzo 1901 - Giovanile Centallo 2006 =  3-3 (2-2; 1-3; 3-0)

 

Giocatori: Battisti, Balangero, Riva, Cavallo, Fraire, Gramaglia, Musso, Nika, Palushi, Prencipe, Rinaudo, Sola, Vernoli, Barale.

Mister: Fasano Egidio.

 

Paesaggio londinese a Manta e humor inglese sugli spalti. Campo appesantito dalle piogge e dall’umidità. 

 

Primo Tempo (2-2)

 

Orfani di Villosio per il turnover, di Ghione influenzato e Radosta ai box,  i ragazzi di Fasano scendono in campo agguerriti contro un avversario blasonato. Nessuna paura ed il gioco lo fanno i granata che controllano la partita con ottimi scambi partendo dalle retrovie dove Battisti, ottimo tra i pali, si propone anche come giocatore aggiunto e permette a Sola e Fraire di salire dopo il primo controllo. Purtroppo il pantano rende a volte complessa la manovra ed i marchionali subiscono goal in ripartenza ma ci pensa subito Nika ristabilire gli equilibri dopo essere stata lanciato verso la porta avversaria dall’innarestabile Musso. Un tiro dalla distanza, non impegnativo, si trasforma invece in una palla avvelenata ed il rimbalzo maligno rovina la prestazione al portiere marchionale. La sorte vuole che lo stesso sfortunato episodio si presenti all’opposto avversario per il 2-2. Il Saluzzo potrebbe portarsi aventi dopo le discese di Vernoli e Rinaudo e Prencipe ha la palla del 3 a 2 per una svista difensiva ma viene bloccato all’ultimo.

 

Secondo Tempo (1-3)

 

Il Saluzzo ha in campo qualità ma qualche kilo in meno e patisce a centrocampo. Su un lancio Riva esce bene ma si scontra con l’attaccante avversario e la palla scende facile per il tap-in del rossoblu. Gramaglia in fascia si dimena per mandare a rete Nika ma davanti a se spesso ha un muro avversario. Barale sventa alcune occasioni ma è in mezzo che si patisce l’iniziativa avversaria e purtroppo arrivano altri due goal. Mai mollare e Paluschi suona la sveglia con un tiro dalla distanza che poteva avere maggiore fortuna. E’ Balangero a siglare l’1 a 3 con la sua specialità, il colpo di testa, da vero rapinatore d’area. Cambiano gli equilibri e si potrebbe sperare di vedere almeno un altro goal ma arriva il fischio finale.

 

Terzo Tempo (3-0)

 

Quando la pressione sale i Fasano-Boys danno il meglio ed il terzo tempo è unicamente a marchio granata. Cavallo e Musso in mezzo al campo sembrano indemoniati. Le prendono ma le danno e la loro leggerezza viene fuori e sembrano pattinare sul fango ed allargare il gioco ai compagni. Ci pensa il solito Ibra-Nika a sparare in rete e poi Vernoli dopo un’azione corale da far rivedere nelle scuole calcio. Alla fine arriva il goal di Rinaudo, probabilmente in una delle sue migliori giornate. Gli avversari sono tramortiti e sono sterili alcuni tentativi di rimettersi in partita. Un pareggio ai tempi ed una vittoria ai goal: si spengono le luci ed i sorrisi e finalmente Rado può cantare  “Andiamo a comandare”! 

Letto 162 volte