Accetti i cookie? Clicca sul tastino verde per accettarli, questo sito non gestisce in alcun modo i dati personali dei visitatori, nè per fini promozionali, nè per fini personali.

Martedì, 12 Aprile 2022 13:21

Ultima partita al Trofeo delle Alpi.

Scritto da
Vota questo articolo
(1 Vota)

Under 15 C5 Regionali - Trofeo delle Alpi - Manta, 10 aprile 2022.

Saluzzo – Don Bosco Agnelli

L’incontro di oggi vale quanto una finale, per accedere alla successiva fase del Trofeo l’unico risultato utile è la vittoria.

I° Tempo:

Consapevole dell’importanza della posta in palio, il Saluzzo scende in campo deciso e concentrato. L’avvio è prorompente, passano pochi minuti e la squadra di casa si rende pericolosa con un palo colpito da Cristopher Tardivo. Sull’azione successiva arriva il vantaggio grazie ad un gran tiro dalla distanza. I ritmi sono elevatissimi, Fabio Forgia batte un calcio di punizione, il portiere respinge, sulla palla si avventa Umberto Cavallo e segna la rete del raddoppio.

Il gioco dei marchionali è impressionante, fatto di azioni veloci, passaggi precisi, contrasti decisi e puntuali che non permettono agli avversari di affacciarsi oltre la loro metà campo.

Il meccanismo, però, per quanto all’apparenza perfetto, è estremamente fragile, basta un episodio per incepparlo: batti e ribatti nell’area del Saluzzo, nella mischia un attaccante del Don Bosco Agnelli cade, l’Arbitro assegna la massima punizione e gli ospiti dimezzano le distanze.

E’ stata una normale azione di gioco, ma sufficiente a stravolgere gli equilibri in campo. I nostri ragazzi non riescono più a trovarsi come all’inizio, le rifiniture diventano imprecise ed i giocatori in maglia azzurra ne approfittano per segnare altre due reti.

II° Tempo:

Nella ripresa il Saluzzo sembra di nuovo quello delle fasi iniziali dell’incontro. Dopo un inatteso svarione, i “blancos” agguantano il pareggio grazie alle reti di Fabio Forgia, su calcio di rigore e di Christopher Tardivo su travolgente azione corale.

Anche il Don Bosco Agnelli vuole i tre punti e così, nonostante l’uno due appena subito, trova la rete del nuovo sorpasso su calcio di punizione. Appena il tempo di ripartire e con un magistrale calcio di punizione le squadre sono nuovamente in parità.

Tutto il Saluzzo si riversa nella metà campo avversaria e sui piedi di Umberto Cavallo arriva la palla del sorpasso, il tiro è perfetto, supera il portiere, ma per la seconda volta il palo nega la gioia del gol ai nostri ragazzi.

Ormai manca appena una manciata di minuti alla fine della partita, ma tutto può ancora accadere, bisogna crederci, si deve lottare su ogni pallone, non ci si può distrarre, nemmeno per un istante, basta un solo gol, ancora un ultimo sforzo per ottenere l’accesso alle semifinali.

A dire il vero, gli atleti del marchesato hanno veramente dato tutto quello che potevano, non si sono risparmiati e sino al triplice fischio, non hanno mai rinunciato a “combattere”. Impegno, grinta, dedizione, coraggio … più di così non si poteva, purtroppo, però, non è stato sufficiente.

Il Don Bosco Agnelli ha segnato, ha vinto, ha raggiunto la qualificazione.

Il Saluzzo esce, ma a testa alta, dal match e dal Campionato, consapevole del proprio potenziale tecnico ed atletico che, con un po’ di esperienza in più nelle gambe, riuscirà sicuramente ad esprimere come merita. Grazie Mister e grazie ragazzi per lo spettacolo che ci avete regalato.

Lottando fino all’ultimo istante dell’ultima partita, senza mai arrendervi, avete onorato il campo e la maglia, bravi tutti: droit quoi qu'il soit.

AC Saluzzo 1901: Cavallo, Di Mauro, Forgia, Maero, Narciso, Pairasso, Palmero, Ponso e Tardivo.

Don Bosco Agnelli: Aru, Battaglia, Cascio, De Lauri, Di Meo, Iannacone, Parussa, Roero, Santomauro e Testore.

Letto 452 volte
Narciso Enrico

Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.