Accetti i cookie? Clicca sul tastino verde per accettarli, questo sito non gestisce in alcun modo i dati personali dei visitatori, nè per fini promozionali, nè per fini eprsonali.


ALLIEVI
Under 16

Sabato, 25 Settembre 2021 17:33

Due punti regalati

Scritto da
Vota questo articolo
(5 Voti)

A.C. Saluzzo 1901 - Monregale Calcio = 1-1

 

A.C. Saluzzo 1901

All.: Davide Vianzino

Dir. Acc.: Maestro Fausto Castelli

In campo: Turco, Berardo, Menzio, Sanino, Metouva, Colombino, Manavella, Sasia, Castelli, Arneodo, Guxho. 

A disp: Boaglio, Olivero, Borgogno, Fassina, Rorer, Palumbo, Agù, Cavallo.

 

Monregale Calcio

All. Claudio Filippi

In campo: Danna, Dadone, Manuello, Ferrero, Cardone, Gallo, De Michelis, Lorenzi, Bajrami, Driam, Sagnelli.

A disp: Marinengo, Prec, Bessone, Randazzo, Aimone, Ascheri.

 

Prima gara tra le mura amiche per l’Under 16 Regionale. Arriva il Monregale che ha subito lo stesso risultato dei marchionali, la settimana scorsa, ad opera del Pinerolo.

La partita inizia con qualche minuto di ritardo per alcune pignolerie arbitrali che lasciano presagire ad una gara sofferta ed un fischietto protagonista: non sarà così fortunatamente anche grazie al fair-play dei giocatori in campo.

Vianzino rivoluziona la formazione, per la pesante assenza di Badino - infortunio al gomito e fuori per più di un mese - e Olivero febbricitante in settimana. Si passa ad un 4-4-2. Tra i pali Turco, che alla fine risulterà il migliore dei suoi. Sulla linea difensiva Metouva e Colombino centrali, terzini Menzio e Berardo. Sanino, oggi con la fascia di Capitano, e Sasia centrali a centrocampo ed esterni Guxho e Manavella. Davanti Arneodo sulla sinistra e Castelli in versione “Ibra” a contrastare i centrali avversari.

Saranno le novità ed il “Fattore B.F.C.” (Bravi Fiöl et Campagna) ma i granata entrano in campo timorosi seppur contro un avversario ampiamente alla loro portata. Si gioca a pallone, si parte o si tenta di ripartire dalle retrovie con palla al piede ma troppe volte la sfera rotola a favore dell’avversario che, con estemporanee azioni, tenta di sfondare. Infatti, dopo pochi minuti per un passaggio errato viene innescato Bajrami, nr. 10 e migliore dei suoi, che lascia partire un tiro a giro che Turco riesce deviare sulla traversa e successivamente in angolo.

La partita è fiacca. Giropalla insistito dei granata, sempre nelle retrovie, che non trova sbocco per l’inserimento di alcun attaccante. Squadra sfilacciata che lascia spazio allo sterile pressing avversario. Il Saluzzo si affaccia tre volte all’area avversaria: la prima con una bella palla di Arneodo che Castelli e l’accorrente Manavella non riescono a raggiungere perché fuori posizione; la seconda capita sui piedi di Manavella che dopo una bella azione corale riesce a smarcarsi in area ma con troppa fretta calcia alto; la terza su calcio d’angolo arriva sulla testa di Manavella che non riesce a girare in rete su un cross morbido del nr. 10 saluzzese.

Il primo tempo sembra volgere al termine ma vi è ancora il tempo per un calcio d’angolo per rossi del Monregale: sullo spiovente Gallo devia di testa e supera Turco. Il punto messo a segno dagli ospiti è stato praticamente un autogol granata se si pensa come è stato regalato il calcio piazzato e con quanto amore e delicatezza l’avversario è stato accompagnato a colpire il pallone. San Roberto Policano aiutaci tu! Vieni a ricordare che il calcio è anche “contatto” fisico.

L’inizio del secondo tempo vede i ragazzi di Vianzino un po’ frastornati - chissà cos’avranno udito negli spogliatoi - ma all’apparenza più determinati sul pallone. Entrano Fassina a spingere sulla destra dalle retrovie e Borgogno e tentare di passare con Arneodo “falso nueve”. Effettivamente il baricentro finalmente viene spostato in avanti, la squadra inizia a muoversi meglio e rimane costantemente nella metà campo avversaria. Le sbavature sono però dietro l’angolo: su due rilanci della difesa ospite Turco deve sventare il tentativo di pallonetto di Sagnelle e poi Ascheri, appena entrato, riesce a calciare in mezzo a Metouva e Colombino. Turco chiude lo specchio ed il pallone finisce sul palo. Fattore C!

Goal sbagliato, goal subito?! Vianzino gioca la carta Palumbo che al 50% delle sue possibilità riesce a spizzare una bella palla per Arneodo su cui si poteva concedere un calcio di rigore, colpisce di testa una palla sull’angolo indirizzata in rete ma Danna gli nega il festeggiamento ed infine si procura il calcio d’angolo sul qualche Fassina in mischia riesce a calciare ed a mettere nel sette. Un pareggio meritato almeno per il tentativo di gioco.

Mancano una manciata di minuti ed è ancora Palumbo che fa sperare nella Caporetto avversaria. Recupera palla a centrocampo e si immola in area: poteva andare in porta, poteva essere rigore ma si vede fischiare fallo in attacco. Peccato. Tutti si augurano che questo ragazzo trovi finalmente il “fuoco sacro” per fare gruppo e soprattutto la differenza.

Il risultato di parità alla fine va bene a tutti anche perchè dirette avversarie a mantenere la categoria.

La prossima settimana si va a Fossano che è a zero punti ma è tutt’altro che un facile Cliente.

Letto 266 volte
ANDREA

Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.